Noi, cittadini di Revine Lago e Tarzo, consapevoli della grave crisi ecologica che sta minacciando la nostra società e la vita stessa nel Pianeta attraverso il riscaldamento globale, l'estinzione di centinaia di specie animali e vegetali, la contaminazione di acqua , terra e aria
con migliaia di molecole di sintesi prodotte dallo sviluppo industriale, il disboscamento delle foreste, il consumo del suolo fertile, l'inquinamento generale degli habitat per citare solo gli elementi più gravi;
preoccupati dal fatto che il nostro territorio ed in particolare l'area preziosissima e delicatissima dei Laghi rischia di subire gli effetti devastanti di questa crisi come dimostrano le segnalazioni dei cittadini e i rapporti delle Regione ( 2002) e i Rapporti Ispra
preso atto che le Amministrazioni Comunali operano come se la crisi non esistesse, nulla facendo per affrontarla ma anzi incentivandola con provvedimenti e deliberazioni che aggiungono danni ulteriori ad una crisi che già minaccia equilibri ecologici e condizioni di vita
riteniamo necessario mobilitarsi per affrontare la situazione e i rischi di una distruzione dell'ecosistema laghi, per favorire politiche di conservazione dei loro habitat naturali che sono unici e importantissimi per la vita faunistica e vegetale, per salvaguardare l'acqua come risorsa vitale e bene comune, per ridisegnare la gestione urbanistica invertendo lo sviluppo urbanistico e cementificatore a favore della rinaturalizzazione della fascia di riviera, per ripensare il modello di sviluppo fondato sul turismo che nel lungo periodo rischia di diventa inquinante e controproducente.
Lanciamo un appello a tutti i cittadini, le associazioni e le forze sociali e politiche ad unirsi per agire a difesa dei laghi , dei loro habitat naturali e della risorsa acqua.