Sezione: Cinema
Editore: satya doc
Biblioteca: BFDR-sede di Vittorio Veneto
Anno: 2012
Note: Documentario - Gran Bretagna 2012, 97', col. DVD.

Visite: 627

Modulo richiesta prestito

Recensione

Documentario - Gran Bretagna 2012, durata: 97 min. DVD

Trashed è un film documentario del 2012 della regista Candida Brady, raccontato dall'attore Jeremy Irons. Il film contiene interviste dello stesso protagonista a vari cittadini del mondo proprietari di numerose iniziative e a scienziati che lottano contro l'inquinamento.

Il documentario parla dei rischi del problema dello smaltimento dei rifiuti nelle moderne società consumistiche, analizzandone inoltre i rischi per la catena alimentare e i danni dell'inquinamento causato dalle guerre e dall'inciviltà umana.

Ogni anno sono cinquantotto miliardi i bicchieri di plastica utilizzati nel mondo, duecento miliardi le bottiglie di plastica, senza contare le tonnellate di rifiuti legati alla nostra vita quotidiana o quelli tossici gettati nell’ambiente. A partire dalla spiaggia di fronte all’antica città libanese di Sidone, letteralmente invasa da montagne di immondizia accumulata negli anni, accompagniamo Jeremy Irons in un viaggio alla scoperta di un problema sempre più globale, come quello della spazzatura, dal devastante impatto ambientale e che rischia di diventare una delle emergenze più drammatiche per il futuro dell’intero pianeta. La regista Candida Brady è puntuale nella ricostruzione, precisa nelle informazioni fornite, sottolineando più volte alcuni aspetti di base, con l'intrigante accompagnamento della musica composta daVangelis.
Ma non si limita a questo e l'ultima parte del documentario guarda al futuro: dando per scontato quello che accadrà se continuiamo su questa strada, si concentra su quali siano le soluzioni per invertire la rotta, per evitare di produrre rifiuti piuttosto che insistere inutilmente sullo smaltimento. Sistemi di compostaggio, negozi che vendono prodotti sfusi per evitare ciò che rappresenta la maggior fonte di rifiuti non riciclabili, gli imballi delle merci, e tutto ciò che può permetterci di ridurre drasticamente i rifiuti che giorno dopo giorno produciamo. Perchè, suggerisce il documentario citando Einstein, "l'uomo intelligente risolve i problemi. L'uomo saggio li evita ".


RECENSIONE FILM

“Questo è terribile” dice l'attore Jeremy Irons, ispezionando una fetida montagna di rifiuti, che una volta era una splendida spiaggia in Libano. Questo litorale deturpato è uno dei tanti luoghi distrutti che vediamo in Trashed, il documentario di Candida Brady che esamina l’enorme problema di ciò che buttiamo via, i nostri rifiuti. Accompagnandoci in un tour mondiale tra i rifiuti, Candida Brady ci introduce in un pianeta pieno di spazzatura, mostrandoci forme tossiche di smaltimento e ponendoci davanti alle letali conseguenze della nostra abitudine di riempire il pianeta con sostanze che sono quasi impossibili da eliminare. Jeremy Irons - assistito da alcuni scienziati e accompagnato dalla musica dei Vangelis - è una guida assolutamente perfetta. Sensibile e accogliente, il suo sguardo candido si posa su discariche percolanti e inceneritori in eruzione, muovendosi attraverso il film con una tragica dignità: ogni balena sterile e ogni tartaruga soffocata dalla plastica è un pugnale nel suo cuore (e lo sarà anche nel vostro), per non parlare dei contadini rovinati dal bestiame contaminato chimicamente. Jeremy Irons visita in Vietnam un orfanotrofio con bambini con gravi difetti alla nascita – un effetto del famoso Agente Orange - e nel frattempo la bottiglia di plastica che avete in mano, vi sembrerà ormai così pericolosa come se fosse una molotov.
Jeannette Cautsoulis - The New York Times - 13 dicembre 2012