In questa mappa della Lombardia, vediamo la situazione del PM10, il sottilissimo particolato inquinante generato tra l’altro da milioni di pneumatici sull’asfalto, rispettivamente il 18 e il 25 di febbraio.

Due martedì, quindi due giorni lavorativi, ma con una fondamentale differenza: la paura del coronavirus.

Probabilmente uno statistico, mettendo insieme i dati sulla mortalità legata all’inquinamento da PM10, nonché sulle vittime di incidenti stradali, potrebbe stimare quante vite sono state salvate.

Purtroppo, abbiamo memoria corta, e non sappiamo approfittare delle ancore di salvezza che ci vengono lanciate.


MIGUEL MARTINEZ su  http://kelebeklerblog.com/