Incontro online con Enrico Giannetto

Giovedì 17 febbraio 1600, legato nudo a un palo in piazza Campo de’ fiori, il filosofo degli infiniti mondi venne bruciato vivo. Antropocene.org lo ricorda, nel 422° anniversario, organizzando un incontro con Enrico Giannetto, fisico e storico della scienza.

L’incontro si terrà giovedì 17 febbraio alle ore 21:00 sulla piattaforma Zoom.
Per partecipare CLICCA QUI


Giordano Bruno (1548-1600) è stato il primo a proporre una teoria scientifica della relatività del moto, delle lunghezze spaziali e degli intervalli temporali nel periodo fra il 1584 e il 1588-1591. Ciò non è stato ancora riconosciuto essenzialmente per due ragioni: i) le sue idee teologiche ‘eretiche’ (rispetto a quelle ufficiali della Chiesa Cattolica Romana) furono punite con l’atto criminale del rogo e le sue opere subirono gli effetti della cosiddetta damnatio memoriae e quindi ad essere distrutte, non lette, non citate e dimenticate (alcuni dei suoi scritti non sono ancora stati tradotti dal latino in una lingua moderna); ii) la sua concezione della Natura non era meccanicistica, ma organicistica, e così, per la storiografia dominante che identifica la scienza con la prospettiva meccanicistica, Bruno non è considerato uno scienziato.
Bruno fu il primo ad accogliere entusiasticamente il sistema del mondo di Copernico, ma andò anche oltre Copernico: egli per primo eliminò tutte le sfere solide (anche l’ottava delle stelle fisse) nelle quali si consideravano incastonati i corpi celesti. Egli diede una base fisica al nuovo sistema astronomico: forgiò un’alternativa alla fisica di Aristotele creando una sintesi della teoria medioevale dell’impetus e dell’antico atomismo dinamico, per cui gli atomi non sono puramente materiali e inerti, ma pieni di potenza e di forma come nella visione originale di Democrito; tuttavia, al contrario, il vuoto non era affatto vuoto ma pieno di etere. L’atomismo e la sua teologia cristiana condussero Bruno alla concezione di un universo infinito, costituito da infinti mondi.
Enrico Giannetto




Enrico Giannetto è Docente di Storia del pensiero scientifico e di Filosofia Contemporanea, coordinatore del Centro di Ricerca ISHTAR e direttore del Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione presso l’Università di Bergamo.
È autore di numerosi lavori, soprattutto sulla storia della fisica, ma anche di fisica teorica, di fondamenti della fisica quantistica, di relatività, di cosmologia quantistica, di storia della filosofia, di filosofia della scienza, di filosofia teoretica, di logica matematica, di storia del Cristianesimo e di etica animale.

Selezione delle pubblicazioni: E. Giannetto, Saggi di storie del pensiero scientifico (Sestante/Bergamo University Press 2005); E. Giannetto, Il Vangelo di Giuda - traduzione dal copto e commento (Medusa, 2006); E. Giannetto, Un fisico delle origini. Heidegger, la scienza e la Natura, Donzelli, Roma 2010; E. Giannetto, Derrida, Leroi-Gourhan, la scrittura matematica e il carnologofallocentrismo, in A partire da Jacques Derrida, a cura di G. Dalmasso, Jaca Book, Milano 2007, pp. 109-120; E. Giannetto, Robert Eisler e l’origine della violenza nel carnivorismo, in M. Doni & E. Giannetto (a cura di), R. Eisler, Uomo lupo. Saggio sul sadismo, il masochismo e la licantropia, Medusa 2011, pp. 13-23; E. R. A. Giannetto, Note per una metamorfosi (Ortica Editrice, 2011); E. Giannetto, La Natura come persona, in Animal Studies 1 (2012), pp. 22-33; Notes for a Metamorphosis, in Society and Animals vol. 21, n. 1 (2013), pp. 75-89; E. Giannetto, Essere, in A come Animale , a cura di L. Caffo & F. Cimatti, Bompiani, Milano 2015, pp. 75-87; E. Giannetto, L’etica della Regalità di Dio e la negazione della sovranità politico-religiosa, in La sovranità in legame, a cura di G. Dalmasso & S. Maletta, Jaca Book, Milano 2015, pp. 221-241; E. Giannetto, Il Cristianesimo originario e la questione animale, in Animal Studies, n.13 (2015) pp. 37-48; E. Giannetto, Galileo, modern science and the principle of inertia, in Galilæana, IX, 2012, pp. 137-151; E. Giannetto, On the Quantum Geometry and Quantum Potential of the Universe, in Quantum Matter III n.3 (2014), pp. 276-278; E. Giannetto, Hans Blumenberg, il significato storico del principio d’inerzia e la creatio continua , in H. Blumenberg, Autoconservazione e inerzia. Sulla costituzione della razionalità moderna, Medusa, Milano 2016, a cura di E. R. A. Calogero Giannetto & M. Doni, pp. 5-30; E. R. A. Calogero Giannetto & A. Taschini, La teofisica spinoziana di Albert Einstein, in A. Einstein, Religione cosmica, Morcelliana 2016 (tr. it. di A. Taschini del testo: A. Einstein, Cosmic Religion with other Opinions and Aphorisms, Covici-Friede, New York 1931 e poi Dover, New York 2009), pp. 59-109; Enrico Giannetto, Sguardi sul pensiero contemporaneo (libreriauniversitaria.it, 2018); Enrico Giannetto, La memoria del cielo (A&G, 2019).